Bad Teacher: maestre che picchiano i bambini

in Mamme e Bambini
maestre che picchiano i bambini

Il tema dei bambini picchiati nelle scuole e negli asili è un argomento che da mamma per tre volte, mi tocca nel profondo.

Condivido con te le mie riflessioni come mamma sul ruolo della maestra, perché oggi più che mai sono certa che Insegnare è un lavoro del cuore.

Apprendere dai media di maestre arrestate per maltrattamenti a scuola su piccoli innocenti mi fa accapponare la pelle.

Pensare che all asilo o la scuola materna non sono più posti sicuri e averne la conferma dalle riprese delle telecamere è inquietante.

Faccio eco a chi mi dice “è sempre stato così solo che non si sapeva” io rispondo No! Non è sempre stato così e oggi più che mai non dovrebbe essere così. Le maestre che maltrattano i bambini non dovrebbero essere lì dove sono, qualcosa nel sistema non ha funzionato.

Quando parlo con le maestre dei miei figli concludo sempre con una frase, è una frase su cui rifletto spesso e spero che anche le maestre facciano altrettanto, perché dopo di noi genitori è “La maestra dell’asilo o l’insegnate della scuola elementare che, più di tutti noi, forma il nostro futuro attraverso i bambini”.

Capisco che essere una maestra oggi non sia facile. Leggi sempre nuove e non sempre comprensibili, divieti e regole, classi numerose e multi etniche in cui l’integrazione è una chimera, bambini che non parlano e non capiscano l’italiano e molto altro ancora.

Se prima la maestra era un’istituzione oggi questo ruolo ha perduto molto della sua autorità. Credo non abbiamo ancora raggiunto il giusto equilibrio, se prima quando la maestra entrava in classe ci si alzava in piedi, oggi potrebbe capitare di vedere bambini che entrano in classe e non salutano.

In questa ricerca di equilibrio siamo noi genitori che giochiamo il ruolo più importante. Un bambino impara il rispetto delle autorità e della gerarchia in famiglia, educarlo consapevoli di come ci piacerebbe fosse il nostro futuro potrebbe essere una buona motivazione per impegnarci a dare il meglio.

Sono convinta che il ruolo di maestra non si fa – insegnare è un lavoro del cuore. Quando hai la fortuna di incontrare la maestra del cuore viene naturale ringraziare per quello che fa, con impegno ogni giorno.

Anche se non penso che ci sia un momento preciso dell’anno per fare un regalo alle maestre, coglierò l’occasione della fine della scuola per ringraziare non solo le maestre e gli insegnati, ma tutto lo staff della scuola materna per essersi presi cura dei nostri bimbi, o meglio del nostro futuro.

Quando devo fare un regalo rispetto sempre una mia personale check-list , rifletto sulla persona che lo riceverà, sulle sue caratteristiche personali, il suo ruolo e le sue preferenze. Il regalo per le maestre è una scelta importante, soprattutto quest’anno che, per me, chiude il ciclo degli anni alla scuola materna.

Donare è un atto di generosità e ciò che dono rappresenta me e la stima che ho per quella persona. Ultimo, ma non per importanza, il regalo deve avere un’utilità.

Un regalo è utile quando sa donare un’emozione ogni volta che lo vedi o lo usi.

 Buona vita

Meri

2 thoughts on “Bad Teacher: maestre che picchiano i bambini

  1. Penso che questo sia un argomento molto delicato.. I genitori si fidano delle strutture dove lasciano i propri figli.. E scoprire che invece ci sono stati dei maltrattamenti credo davvero sia uno shock assoluto..
    Sono Dell idea che ci vorrebbero delle pene più severe e controlli più accurati per cercare di eliminare questo comportamento atroce

    1. Grazie Alessia. Sono d’accordo con te sopratutto sui controlli, quelli che stanno a monte. Alcune aziende verificano all’atto dell’assunzione che la fedina penale sia pulita (gli istituti di credito per esempio) allora perché non prevedere un colloquio con uno psicologo o qualcuno che abbia le competenze per verificare la stabilità mentale per lavorare con i bambini? Credo che prevenire è meglio che curare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *