Ogni gravidanza la sua usanza: ecco la mia esperienza

in Mamme e Bambini
Mamma e bambina

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Ora che il pancino spunta da sotto la maglia le persone che ti incrociano sembrano avere uno sguardo più dolce e un lieve sorriso per questo piccolo miracolo che cresce dentro di te. L’esperienza della gravidanza è spesso un alternarsi di stati d’animo contrapposti che in certi momenti sono accompagnati da ansia. Questa sensazione arriva perché per quanto abbiamo tutto sotto controllo dal punto di vista medico quello che succede dentro al pancione non lo possiamo vedere, se non nel momento dell’ecografia. Proprio perché la gravidanza ha un lato “misterioso” nel corso degli anni ha dato vita a tante credenze. Modi di dire che variano di regione in regione arrivando quasi a contraddirsi. Durante la mia prima gravidanza (nello scorso millennio.. 1995) le credenze che ho sentito mi hanno accompagnato, divertito e a volte un po’ fatto riflettere perché penso che qualcuna possa avere un piccolo fondo di verità.

Il Regalo

Appena abbiamo dato l’annuncio della dolce attesa ho ricevuto in regalo da mia mamma un paio di scarpine gialle. Secondo la credenza le scarpine sono l’augurio di una buona gravidanza e di buona salute per il nascituro. Le conservo ancora oggi, nella scatola dei ricordi dedicata al mio primogenito.

 

 

Poi sono arrivati i consigli:

  • Quando hai una voglia che non riesci a soddisfare tieni le mani in alto perché se titocchi viene la voglia al bambino 

 

 

 

  • Se hai acidità di stomaco il bambino nascerà con tanti capelli

 

 

 

 

  • Se togli e metti la collana il bambino nasce con il cordone ombelicale attorno al collo

 

 

 

  • Hai la pancia a punta : è un maschietto! 

 

 

 

 

Dopo l’ottavo mese, perché prima era sconsigliato secondo l’usanza, ho cominciato a preparare i vestitini e il fiocco nascita da appendere all’entrata di casa. I body, le ghettine e le tutine li ho rinfrescati in acqua tiepida e ho poi preparato le buste nascita da mettere nella valigia per l’ospedale. (

Al compimento del nono mese ho ricevuto la camicina della fortuna, è una tradizione nella mia famiglia, questa era interamente confezionata a mano dalla nonna dentro ad una bustina di tessuto che poi ho ricamato con il nome. Se vuoi saperne di più sui regali ho scritto un articolo che ti potrebbe interessare.

Ogni regione ha le sue credenze popolari, a volte legate al periodo della gravidanza e io sarei davvero curiosa di sapere quelle che conosci tu e che ti hanno accompagnato durante i nove mesi. Ma sopratutto ce ne sono che hai seguito alla lettera oppure non ti hanno minimamente toccato?

Scrivi il tuo commento su Facebook

E non dimenticare di dare un’occhiata al mio SHOP.

 

 

 

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]